Il trend in ascesa dell'e-commerce

Il trend in ascesa dell'e commerceIl trend in ascesa dell'e commerce

Nel 2021 Amazon compie 25 anni. Questo ci ricorda che l’e-commerce non è di certo agli inizi della sua storia, anche se è solo da qualche anno che sta diventando una costante delle nostre vite, assumendo un ruolo sempre più di primo piano nel mondo del commercio.

L’anno appena trascorso ha dimostrato come l’e-commerce abbia ancora enormi margini di crescita. Secondo le previsioni di Emarketer, nel 2021 le transazioni online raggiungeranno una quota di quasi 800 miliardi di dollari nei soli Stati Uniti, aumentando del 32.4% rispetto all’anno precedente. Escludendo automobili e carburante (acquisti compiuti quasi esclusivamente offline), la rilevanza dell’e-commerce salirà al 20.6% sul totale delle transazioni.

Un cambiamento dettato sicuramente dalla pandemia mondiale, che ha cambiato molte delle nostre abitudini. Ma la sensazione è che questa abbia semplicemente accelerato un qualcosa che era destinato ad aumentare, anche se più gradatamente. L’e-commerce è infatti favorito da un insieme di concause, come ad esempio la progressiva scomparsa del contante e l’uso massiccio dei social network che, in misura sempre maggiore, ospitano piattaforme di vendita online. Sono soprattutto i più giovani ad acquistare online: tra gli under 35 italiani l’uso dell’e-commerce ha visto un incremento del 67% nel corso del 2020, percentuale che si abbassa alla pur considerevole cifra del 57% per gli utenti di età compresa tra i 35 e i 55 anni.

Questa è una nuova sfida per i negozi tradizionali, che puntano sulla diffusa volontà dei consumatori di sostenere le piccole realtà locali. Molti di essi, adattandosi alle circostanze, si sono affacciati sul mondo della digitalizzazione ottenendo risultati insperati: in Italia, infatti, gli ordini di commercio locale nei mesi precedenti al Black Friday sono aumentati del 168% rispetto allo stesso periodo del 2019.

L’e-commerce rappresenta quindi il futuro del commercio. Starà ai singoli esercenti sfruttare questa tendenza per non soccombere ai colossi multinazionali.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.