Come il digitale ha cambiato il futuro del retail

Come il digitale ha cambiato il futuro del retailCome il digitale ha cambiato il futuro del retail

Grazie al miglioramento e alla crescita della tecnologia digitale, il settore del retail ha mutato pelle in svariati aspetti. A partire dallo stesso luogo in cui avviene la vendita al dettaglio, che ormai si divide tra negozi fisici, e-commerce e spedizione a domicilio. Ma non solo: la produzione, la logistica e il servizio commerciale hanno subito cambiamenti epocali, spostandosi sempre più verso format orientati alla relazione e all’erogazione di servizi aggiuntivi.

Questo porta a nuove sfide per gli esercenti, che già devono affrontare la riduzione dei guadagni a causa delle numerose restrizioni derivanti dalla pandemia di Covid-19.  In questo scenario, è il digitale che avrà un ruolo sempre più decisivo per modellare il futuro della vendita al dettaglio. Bisogna quindi anticipare i bisogni dei clienti e sviluppare esperienze d’acquisto personalizzate, nelle piattaforme online così come nei negozi fisici.

I vecchi metodi per attirare il cliente, come i volantini o i cartelloni pubblicitari, sono ormai diventati obsoleti. La parola d’ordine è quindi personalizzazione. A questo scopo diventa strategico sviluppare algoritmi in grado di analizzare i comportamenti del cliente per poter così creare delle offerte mirate, anticipando i loro bisogni, eliminando le incertezze e proponendo nuovi articoli in linea con le loro esigenze.

Si delinea dunque un approccio one-to-one secondo cui nessun consumatore è uguale ad un altro. Ciò passa per un trattamento intelligente dei dati, quindi necessariamente dalla tecnologia informatica, allo scopo di acquisire una relazione coi clienti prima dell’ingresso nel negozio.

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.