Lo dicono i numeri: chi vuole occuparsi di digitale deve confrontarsi con l'Internet delle cose. Ed Engitel, con i suoi vent'anni di storia digitale, non si tira indietro di fronte alle sfide: mira ad arricchire le proprie competenze e a sperimentare nuove tecnologie per realizzare sistemi intelligenti, che coinvolgano oggetti connessi e utenti verso un obiettivo: migliorare la vita delle persone.

Oggi, più che mai, la Internet of Things è anche una Internet of people: un social network di cose e persone. I sensori evoluti consentono di raccogliere una quantità di dati inedita e l'intelligenza artificiale, grazie a tecnologie come reti neurali e machine learning, è in grado di sintetizzarla in informazioni utili, che gli utenti potranno condividere.

In queste sistemi di nuova generazione, le macchine non sono più semplici oggetti ma dispositivi con cui dialogare: grazie alle capacità predittive del machine learning, l'esperienza d'uso sarà sempre più efficace e personalizzata. Con notevoli vantaggi sia per le imprese produttrici che per i loro clienti: risparmio energetico, ridotto impatto ambientale, manutenzione intelligente, prevenzione dei guasti.

Engitel abbraccia l'IoT senza abbandonare il principio che l'ha sempre accompagnata: l'utente viene prima di tutto. Ecco perché, per quanto complesse, le reti dovranno essere user friendly: semplici da usare, non invasive, trasparenti e con grande attenzione al trattamento dei dati.