Le banche sono ormai presenti massicciamente sui social network, ma sono ancora molti i problemi che devono affrontare nell’approcciare un mondo distante dai loro valori e dinamiche interne.

Engitel, che da anni lavora nel mondo digital, non poteva non raccogliere la sfida di aiutare gli istituti di credito a sfruttare al meglio le potenzialità di comunicazione di Facebook, Twitter, LinkedIn e YouTube (per citare solo i social network più presidiati). Grazie alla sua esperienza Engitel è in grado di mettere a disposizione know-how e strumenti per ascoltare la Rete e animare i canali social.

È emerso infatti che nove istituti di credito su dieci sono sui social, ma nonostante questo solo pochi utilizzano strumenti di analisi del sentiment. Software cioè che aiutano social media manager e direttori della comunicazione a capire qual è l’umore degli utenti della Rete intorno ad un dato brand o prodotto.