Abbiamo parlato di come le macchine, nel prossimo futuro, potranno sostituire l’uomo in molti campi del lavoro manuale. Molti non sanno, però, che le rapidissime evoluzioni dell’intelligenza artificiale permetteranno anche una parziale automazione di alcuni lavori in cui finora l’apporto umano era considerato assolutamente necessario. Vediamone alcuni.

 

  1. PERSONALE MEDICO

Ci sono molti aspetti del lavoro ospedaliero che possono essere affidati alle macchine. D’altro canto però risulta difficile, quantomeno al momento, pensare di sostituire la mano del chirurgo o affidare l’analisi di una radioscopia ad un robot, specie per le conseguenze legali ed etiche di determinate decisioni.

 

  1. PILOTI D'AERONAUTICA

Questo è un settore che da sempre è stato soggetto a forte automatizzazione: la ripetitività delle azioni compiute da un pilota in volo sono facili da svolgere per una macchina. Senza contare l’utilizzo sempre più frequente di droni, che rimpiazzano i mezzi guidati dall’uomo in molti settori, da quello militare a quello agricolo. Recentemente, inoltre, il Dipartimento di Difesa americano ha sviluppato il sistema ALIAS, il cui scopo è la sostituzione dei piloti umani.

 

  1. AVVOCATI

Per il momento è impensabile pensare ad “avvocati robot”, e il motivo è semplice: la legge è statica, ma non la sua interpretazione. Tuttavia un adolescente angloamericano ha creato DoNotPay, un bot che, grazie all’intelligenza artificiale, aiuta gli automobilisti nei ricorsi sulle multe per sosta vietata. Già nel primo anno di lancio DoNotPay è stata responsabile di 160mila cancellazioni di multe.

 

  1. GIUDICI

Secondo alcune stime le macchine potrebbero sostituire i giudici nel giro di vent’anni. E un programma creato dallo University College di Londra ha indovinato il 79% delle sentenze dei casi che gli sono stati sottoposti. È comunque difficile immaginare che, in regime di common law, un robot sia in grado pronunciare sentenze senza un numero sufficiente di precedenti su cui basarsi.

 

  1. CONSULENTI FINANZIARI

I “roboconsulenti” sono già una realtà in compagnie come Vanguard, Charles Schwab o Wealthfront. Molti clienti li preferiscono perché sono più economici e perché hanno uno sguardo più puntuale e aggiornato sul mercato finanziario, riuscendo così a fornire consigli più precisi.

 

  1. CONTABILI

Questo, come quello dell’aeronautica, è un ramo in cui i computer sono presenti già da tempo. Tuttavia il loro apporto è destinato ad aumentare, coprendo gran parte dell’attuale lavoro di commercialisti e revisori dei conti. Ma rimarrà comunque spazio per l’uomo, specie laddove si richiedano capacità interpretative e conoscenze legali.

 

  1. GIORNALISTI

Ebbene sì: grandi testate come Forbes hanno già pubblicato pezzi scritti da un computer. Del resto una macchina potrebbe ben produrre articoli di cronaca sportiva o finanziaria, dato che sono argomenti in gran parte costituiti da dati e numeri.

 

shutterstock 1055582642